Monete complementari, servono norme chiare

Se l’ultima crisi ha avuto origine dal funzionamento normale del mercato finanziario, per uscirne è necessario pensare ed attuare strumenti nuovi. In quest’ intervista, Massimo Amato spiega il funzionamento e le potenzialità della moneta complementare, possibile soluzione alla crisi della liquidità che l’Europa attraversa.

La crisi economica sta investendo l’Europa e il nostro Paese da ormai più di cinque anni. Una crisi definita da molti senza precedenti. Il rilancio dell’economia reale è sempre più urgente e passa anche dal sostegno al credito alle imprese, che si fa sempre più urgente per rilanciare l’occupazione e restituire ai cittadini la necessaria fiducia per poter rialzare la testa. Quello che deve essere ripensato è l’intero sistema. ”A questa crisi” spiega Massimo Amato, docente del Dipartimento di analisi delle politiche e management pubblico dell’Università Bocconi di Milano ”non siamo arrivati solo e principalmente a causa di un uso sbagliato ed eccessivo degli strumenti finanziari. …” Continua a leggere su Lindro.it